Montorio nei Frentani

 

Montorio nei Frentani è un piccolo borgo che dista circa 35 km dalla costa molisana, tra i fiumi Fortore e Biferno.

Non si hanno certezze riguardo la fondazione di Montorio, tuttavia, dai ritrovamenti archeologici, si presume sia antichissima, addirittura preistorica.

In epoca romana, il territorio fu teatro di battaglie tra Annibale e Fabio Massimo durante la seconda guerra Punica. 

Il caseggiato attuale era già presente alla caduta di Roma e si consolidò quanto la popolazione, per sottrarsi alle invasioni barbariche, lo scelse come luogo sicuro.

Il XVII secolo fu un periodo di depressione a causa anche della pestilenza del 1656 e del terremoto del 1688 che ridussero il paese in misere condizioni; solo agli inizi del ‘700, grazie alla feudataria Sinforosa Ceva- Grimaldi, il paese riuscì risollevarsi dalla crisi.

https://www.visitmolise.eu/fr/scheda-localita/-/d/dms/1601403/montorio-nei-frentani

https://www.turismoinmolise.com/montorio-nei-frentani/ 

Costruita su di un’antica chiesa normanna crollata per il terremoto del 1656, la Chiesa di Santa Maria Assunta a Montorio nei Frentani fu ricostruita negli anni ‘30 del settecento, nel punto più alto dell’abitato.

La facciata si presenta molto semplice e pulita. Sul lato sinistro svetta la massiccia torre campanaria, ristrutturata nel 1727. 

All’interno, la Chiesa di Santa Maria Assunta a Montorio nei Frentani, è divisa da semplici colonne in muratura, in tre navate. 

Al centro della navata centrale, si nota il pregevolissimo altare maggiore in marmi policromi, dove è conservato il corpo di S. Costanzo. Subito alle spalle di questo, un coro in noce massiccia intagliato a motivi floreali, sulla cui parete vi è il famoso quadro dell’Assunzione di scuola fiamminga, racchiuso in una ricca cornice barocca. 

A testimonianza del rito greco in uso nella zona, sono presenti una pala d’altare di Teodoro d’Errico, raffigurante l’Annunciazione e la Pala di S. Caterina d’Alessandria di autore sconosciuto.

Altra splendida particolarità è quella del maestoso organo tripartito, datato 1779, le cui canne sono abbellite con motivi ornamentali. 

Nella  sono conservate molte opere d’arte di rilievo: quattro tele e dodici medaglioni su tela di Paolo Gamba oltre un dipinto di Antonio Solaro, detto lo Zingaro. 

Unico elemento della Chiesa normanna originaria è l’acquasantiera, composta da parti di varia provenienza.  

La Chiesa di Santa Maria Assunta a Montorio nei Frentani fù definita dal Tria “una delle più belle e distinte chiese della Diocesi“.

Montorio - Fontana Villa Comunale

,FESTE E FOLKLORE

Il 12 e 13 giugno si festeggiano i due Patroni, S. Costanzo e S. Antonio. La processione si snoda tra i vicoli stretti del centro storico. Con tutte le statue di tutte le chiese del paese, portati a spalla sulle note della banda musicale.

Anche il giorno di San Giuseppe, il 19 marzo, resta un momento di particolare devozione per la comunità montoriese, così come la ricorrenza della Madonna del Carmine, il 16 luglio.