Montelongo

 

eMontelongo è un piccolissimo borgo situato sulle prime colline che guardano verso il mare Adriatico.

Storicamente il suo territorio apparteneva a quell’area di Sannio popolato dai Frentani. Sono stati infatti rinvenuti resti di una imponente villa rustica di epoca Romana, nella contrada detta “Saccione”.

Nelle fonti documentarie scritte, le prime notizie del territorio di Montelongo risalgono all’Alto Medioevo. E’ riportato che, dove oggi si trova la Fontana di S. Maria, vi era la grangia benedettina di S. Maria delle Rose.

In epoca Normanna, Montelongo fù organizzato in feudo. Nacque così il Castro di Montelongo, cioè un piccolo centro urbano che aveva raccolto le popolazioni prima sparse per le campagne.

Il monumento più importante è la Chiesa parrocchiale, dedicata a S. Maria ad Nives, risalente quasi certamente all’Alto Medioevo. Particolare è che oltre agli altari di giuspatronato del Barone, ve ne erano alcuni dedicati a famiglie assurte a posizioni economiche di rilievo.

Al centro dell’attuale abitato si staglia imponente la Chiesa dedicata a San Rocco, patrono del paese. Fù probabilmente edificata dagli Schiavoni nell’epoca in cui si stabilirono fuori le mura del caseggiato originario. Nel XVII secolo il quartiere si ingrandì e la Chiesa venne restaurata ed ampliata. Ulteriori restauri si susseguirono periodicamente fine alla metà degli anni ’90.

La chiesa subì notevoli danni con l’evento sismico del 2002, ma oggi è di nuovo utilizzata e frequentata.

https://www.visitmolise.eu/fr/scheda-localita/-/d/dms/1590554/montelongo

https://comune.montelongo.cb.it/?luogo=comune-di-montelongo

Di fondazione medievale, la Chiesa di Santa Maria ad Nives di Montelongo non ha subito grandi ristrutturazioni nel susseguirsi delle epoche, donandoci oggi un bellissimo esempio di genuinità architettonica locale.

La prima menzione di cui abbiamo notizia della Chiesa di Santa Maria ad Nives di Montelongo risale al XII secolo, in quanto citata nelle bolle papali dell’epoca. La Chiesa risale dunque quasi certamente all’alto medioevo. L’edificio originario era sicuramente di minori dimensioni, ma comunque a due navate. Alle quali venne aggiunta una terza, in seguito alla visita pastorale di mons. Tria nel 1727.

Oggi nella Chiesa di Santa Maria ad Nives di Montelongo, sono custoditi gli altari di giuspatronato del Barone, ed anche quelli dell famiglie di rilievo dell’epoca cinquecentesca: i Chiaro, i Molinicchio, i de Lallo ed i de Sciarra.

Casacalenda - Chiesa di Santa Maria Maggiore - Navata Centrale

FESTE E FOLKLORE

Palio delle Contrade 16 Agosto

Per non per non perdere nessuna novità: PRO LOCO MONTELONGO